Lo specchio ed il vestito dell’ImperatrOce

Vedimi, ma non guardarmi.
Sentimi, ma non aspettare di ascoltarmi.
Comprendimi, ti prego, senza che io debba spiegare nulla.
E penso all’estesa notte,
al più crudele dei giorni nel più crudele dei mesi.
E poi ai profumi che mi immagino,
a ogni pezzo di te che ho rubato. Sguardo dopo sguardo.
Alla voce nella mia testa che concordava
col rossore di una giovane studentessa coraggiosa.
E a quando mi chiesero di te e riuscii solo a dire che tu, tu avevi proprio un bel naso.

This entry was posted in Magic moments. Bookmark the permalink.

1 Response to Lo specchio ed il vestito dell’ImperatrOce

  1. amara says:

    Aggiunta da una voce (per certi versi sbagliata) nella testa:

    “Baciala, che te ne frega di quelle stronzate come “assicurati del consenso”!? Avvicinati e tenta di baciarla! Rapiscila! Dille che l’ami!!! Dille che è la cosa più bella che ti sia mai capitata! Dille qualcosa che la faccia innamorare, falle bere una pozione, ci sarà qualche incantesimo, no???!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *